lunedì 1 maggio 2017

Albo d'oro F1: 1985

'A Michele, noi, dobbiamo un Mondiale!' - Con questa frase, pronunciata da Enzo Ferrari al fido Gozzi, il Drake sentì di esprimere la propria ammissione di colpa nei confronti del suo pupillo Michele Alboreto per non avergli regalato la gioia del primo titolo in F1. Eppure la Scuderia di Maranello si era presentata nel Campionato del Mondo del 1985 con i gradi di principale sfidante della Mclaren-TAG Porsche, favorita dopo l'abbuffata di dodici vittorie su sedici gran premi nell'annata precedente. Il duro lavoro degli ingegneri della squadra italiana durante l'inverno però consente di ridurre drasticamente il divario tra le due vetture, permettendo al pilota milanese di cogliere una serie di prestazioni alla pari di quelle ottenute dal suo rivale Alain Prost.

La splendida doppietta di Alboreto e Johannson
nel Gran Premio del Canada 1985

Ma proprio quando la conquista del Mondiale sembrò ad un passo, Ferrari decise clamorosamente di cambiare il fornitore di turbine passando dalla tedesca KKK (accusata di favorire la Mclaren in quanto dotata del propulsore Porsche) all'americana Garrett. Una scelta che la scuderia italiana e il suo pilota di punta pagheranno a caro prezzo, non classificandosi nelle ultime cinque gare della stagione collezionando un gran numero di rotture del Turbo e vedendosi soffiare la prima posizione in entrambi i Campionati dalla squadra di Ron Dennis.
Il Professor Prost potè dunque festeggiare il suo primo dei quattro titoli conquistati in F1, completando l'annata al primo posto della graduatoria davanti allo sfortunato Alboreto e al rinato Keke Rosberg, suo prossimo compagno di squadra dopo una stagione in crescendo con la Williams (tornata competitiva grazie ai progressi del motore Honda). Stagione da dimenticare per il Campione del Mondo in carica Niki Lauda, prossimo al ritiro e quindi costretto al ruolo di seconda guida. Un solo scatto d'orgoglio in Olanda, dove l'austriaco rifiutò di cedere la prima posizione al compagno di squadra andando a vincere la sua ultima gara. Rinacque anche il team Lotus, dotato del potentissimo propulsore Renault che permise al giovane Ayrton Senna e a Elio de Angelis di duellare spesso per le posizione di vertice. I due alfieri della scuderia sponsorizzata John Player Special ottennero tre vittorie (due per Senna in Portogallo e Belgio, una a tavolino per il romano de Angelis sulla pista di Imola) permettendo al team di salire al quarto posto del Mondiale Costruttori con lo stesso numero di punti della Williams.


Campionato Piloti:

Primo Titolo per Alain Prost
1 - Alain Prost (Mclaren): 73 (76) Punti
2 - Michele Alboreto (Ferrari): 53 Punti
3 - Keke Rosberg (Williams): 40 Punti
4 - Ayrton Senna (Lotus): 38 Punti
5 - Elio de Angelis (Lotus): 33 Punti
6 - Nigel Mansell (Williams): 31 Punti
7 - Stefan Johansson (Tyrrell/Ferrari): 26 Punti
8 - Nelson Piquet (Brabham): 21 Punti
9 - Jacques Laffitte (Ligier): 16 Punti
10 - Niki Lauda (Mclaren): 14 Punti
11 - Thierry Boutsen (Arrows): 11 Punti
12 - Patrick Tambay (Renault): 11 Punti
13 - Marc Surer (Brabham): 5 Punti
14 - Derek Warwick (Renault): 5 Punti
15 - Philippe Streiff (Ligier/Tyrrell): 4 Punti
16 - Stefan Bellof (Tyrrell): 4 Punti
17 - Ivan Capelli (Tyrrell): 3 Punti
18 - Renè Arnoux (Ferrari): 3 Punti
19 - Andrea De Cesaris (Ligier): 3 Punti
20 - Gerhard Berger (Arrows): 3 Punti
21 - Martin Brundle (Tyrrell): 0 Punti
22 - Huub Rothengatter (Osella): 0 Punti
23 - John Watson (Mclaren): 0 Punti
24 - Pierluigi Martini (Minardi): 0 Punti
25 - Riccardo Patrese (Brabham): 0 Punti
26 - Eddie Cheever (Lola): 0 Punti
27 - Piercarlo Ghinzani (Osella/Toleman): 0 Punti
28 - Philippe Alliot (RAM): 0 Punti
29 - Jonathan Palmer (Zakspeed): 0 Punti
30 - Manfred Winkelhock (RAM): 0 Punti
31 - Teo Fabi (Toleman): 0 Punti
NC - Alan Jones (Lola): 0 Punti
NC - Mauro Baldi (Spirit): 0 Punti
NC - François Hesnault (Brabham/Renault): 0 Punti
NC - Christian Danner (Zakspeed): 0 Punti
NC - Kenny Acheson (RAM): 0 Punti


Campionato Costruttori:

Il team Mclaren vince il titolo per il 2°anno consecutivo
1 - Mclaren: 90 Punti
2 - Ferrari: 82 Punti
3 - Williams: 71 Punti
4 - Lotus: 71 Punti
5 - Brabham: 26 Punti
6 - Ligier: 23 Punti
7 - Renault: 16 Punti
8 - Arrows: 14 Punti
9 - Tyrrell-Ford: 4 Punti
10 - Tyrrell-Renault: 3 Punti
11 - Osella: 0 Punti
12 - Minardi-Motori Moderni: 0 Punti
13 - Alfa Romeo: 0 Punti
14 - RAM: 0 Punti
15 - Zakspeed: 0 Punti
16 - Toleman: 0 Punti
17 - Minardi-Ford: 0 Punti
18 - Spirit: 0 Punti
19 - Lola-Hart: 0 Punti